frutti dell’autunno, il corbezzolo

… < chi sara mai l’insetto che impollina questo fiore? > mi ha chiesto E. quando è arrivato a casa e ha visto la composizione di fiori di corbezzolo sul tavolo…. boooooHHH !!!! … Ve l’ho già detto, io non so niente di insetti …. so che questi fiori sono ermafroditi e attinoformi e cioè, in teoria è possibile l’autofecondazione. Però nelle specie più evolute, esistono meccanismi che rendono la pianta autoincompatibile per cui non è fisiologicamente in grado di autofecondarsi, con tutto di guadagnato per la variabilità genetica.

E allora ci deve essere un insetto ….

Potrebbero essere le api? Le api lo visitano molto intensamente perchè dai fiori ricchi di nettare fanno un miele dal sapore particolare, amarognolo e aromatico. Il miele di corbezzolo è l’ultimo della stagione e siccome  non tutti gli anni è possibile produrlo, perchè se il clima è diventato troppo freddo le api non sempre sono attive al momento della fioritura, cioè adesso, è anche molto pregiato.

Qui si trovano corbezzoli dappertutto, dai boschi alla campagna e come arbusto ornamentale nelle strade di molti paesini. Anche se ultimamente sembrerebbe che siamo entrati nell’autunno; lo sapete che io dal 21 settembre ho deciso che siamo in autunno e mi comporto come se così fosse e cioè, creando ambienti autunnali . E’ per questo che, cercando sul web,  ho scoperto il bellissimo blog di Sabrine d’Aubergine, www.fragoleamerenda.blogspot.com dove lei spiega come si fa la marmellata di corbezzolo …. ! deliziosa … ve la consiglio vivamente …. Come dice Sabrine stessa, noi lo abbiamo mangiato con burro salato e pane abbrustolito …. come se fuori ci fosse freddo e avessimo bisogno di un pò di dolce per scaldarci …… un vero ambiente autunnale ….

Ricetta:

Si lavano i corbezzoli e si mettono in una pentola coperti di acqua fredda.

Si fanno bollire a fuoco medio per 15′-20′ in modo che assorbano quasi tutto il liquido e diventino teneri.

Con un colino di rete metallica a maglie fini, si estrae la polpa dei corbezzoli schiacciando bene con un cucchiaio per separarla dai semi. Per facilitare si può diluire la polpa con qualche cucchiaio d’acqua.

Si pesa il purè di corbezzoli e si mette in una pentola con lo zucchero di canna e il succo di 1/2 limone.  Lo zucchero deve essere un po’ meno di un terzo del peso del purè. Si fa bollire a fuoco vivace mescolando continuamente. Dopo una decina di minuti la marmellata è pronta.

Bon appétit !!!